libri e dintorni

Il maiale che cantava alla luna

Del libro di Jeffrey Moussaieff Masson, Peter Singer ha detto: “Spero che tutti lo leggano perché cambierà il modo in cui la gente considera animali che incontra ogni giorno: nel proprio piatto.”
redazione

copertina del libro "Il maiale che cantava alla luna" “Avevamo sentito un’ infinità di storie su questa scrofa incredibile che adorava farsi una nuotata di prima mattina, quando il mare era liscio come l’olio, e apprezzava la compagnia dei bambini, sempre che le dessero una grattatina sulla pancia prima di andarsene. Era pulitissima, beneducata, sensibile, intelligente e socievole.”

Per troppo tempo gli animali da fattoria sono stati disprezzati e considerati esseri ottusi e insensibili: attingendo a storia, letteratura, aneddoti e studi scientifici (oltre che alla propria esperienza) l'autore dà voce a queste creature inermi e allevate per essere munte, tosate, macellate e mangiate. Se molti psicologi comportamentisti sostengono che è impossibile determinare quando un animale è felice, Masson fa invece una considerazione molto semplice: un animale è felice quando può vivere secondo la propria natura. E il passo ulteriore per lui è stato scegliere un'alimentazione priva di qualsiasi ingrediente di origine animale. Studioso di sanscrito e psicanalista, Masson è stato direttore degli Archivi Sigmund Freud.

Peter Singer ha detto di questo libro: “Masson è uno scrittore meraviglioso e questo è il suo libro più importante. Spero che tutti lo leggano perché cambierà il modo in cui la gente considera animali che incontra ogni giorno: nel proprio piatto.”

Note

Il maiale che cantava alla luna
La vita emotiva degli animali da fattoria
Jeffrey Moussaieff Masson,
232 pp.,
Edizioni Il saggiatore, 16 €

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62