Dieta: per i campioni è sempre più green!

La tavola diventa sempre più verde, contagiata dall'alimentazione cruelty free. Uno stile alimentare, oltre che di vita, che porta anche i campioni dello sport a preferire prodotti che evitino lo sfruttamento e la sofferenza degli animali.
13 giugno 2013 - EP - redazione

Sharon Palmer Sono tanti anche gli sportivi che scelgono di escludere prodotti di origine animale, sfatando false convinzione che impongono la fettina onnipresente, ricca di ferro e quindi irrinunciabile per gli sportivi. Molti gli esempi di chi segue stili alimentari differente, come ad esempio Brendan Brazier ex atleta, campione di maratona che ha scelto la dieta vegana, più sana, equilibrata e naturale per la sua salute e trova in un frullato misto di frutta e verdura, abitudine quotidiana, vitamine e minerali necessari a chi esclude carne, uova, latticini e tutti gli altri alimenti di origine animale.
Brazier ha seguito l'esempio di altri sportivi del calibro dello sciatore olimpico Seba Johnson, del maratoneta Scott Jurek, o del campione di hockey Mike Zigomanis, tutti vegani dichiarati da tempo.
Vegano anche il tennista Venus Williams, che ha abbracciato la dieta cruelty free dopo aver scoperto di essere affetto dalla sindrome di Sjogren, una malattia autoimmune.
Al contrario di quanto si potrebbe pensare, anche la comunità scientifica sta iniziando a considerare positivamente questa scelta. I nutrizionisti sono concordi nel dire che una dieta con una forta componente vegetale aiuta a recuperare più facilmente il benessere psicofisico, a migliorare la qualità del sonno, rendendolo più profondo e a offrire a chi pratica sport un valido contributo alle prestazioni abituali.
Sharon Palmer, autrice del libro The Plant-Powered Diet, porta come tesi per dimostrare i benefici effetti di questa dieta anche sugli atleti, alcuni studi in cui si evidenzia come una dieta ad alto contenuto di antiossidanti e di anti-infiammatori possa aiutare gli atleti ad affrontare dolori e spasmi.
Per affrontare possibili carenze (soprattutto di vitamina B12, vitamina D e calcio), è bene seguire una alimentazione varia, integrata dal consumo abituale di noci, mandorle e frutta secca, semi (sesamo, zucca e girasole), fagioli, lenticchie e soia, da cui attingere proteine vegetali e grassi essenziali. Fibre, minerali e vitamine, invece, arrivano in gran quantità da frutta e verdura, purché di stagione!

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62