sana alimentazione

Dieta mediterranea. Tutti ne parlano, pochi la conoscono

Si parla tanto di dieta mediterranea, entrata alla fine della scorso anno nella lista del patrimonio culturale dell’umanità dell’Unesco, ma in realtà il 60% degli italiani ne ignora i principi base e solo una persona su cinque è in grado di definirla correttamente. Del resto anche la piramide alimentare, simbolo della nutrizione sana e bilanciata è sconosciuta ai più.
7 aprile 2011 - redazione

dieta mediterranea e vegetariana Dieta Mediterranea, questa sconosciuta. Il 60% degli italiani non ne conosce i principi di base. Ma quali sono gli errori più grossolani? A scovare le scorrettezze degli italiani seduti a tavola ci hanno pensato i ricercatori del Dipartimento di Medicina interna, dell’invecchiamento e malattie nefrologiche dell'Università di Bologna, con uno studio condotto su 314 persone e presentato al Congresso Nazionale della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare (SIPREC), a Genova.
Dallo studio emerge che sono molti gli italiani convinti che il pane contenga colesterolo, la verdura sia una font di proteine e la pasta apporti grassi. Il 60% degli italiani sbaglia le combinazioni e mantiene un'alimentazione squilibrata, che li porta spesso ad abbandonarsi ai "peccati di gola". L'80% degli intervistati pranza sempre con pasta molto condita e pane, il 20% mangia carni grasse più volte alla settimana, quasi uno su due consuma il formaggio tre o più volte a settimana e solo un italiano su tre mangia pesce una volta ogni sette giorni.

Ancora più ignorata risulta la piramide alimentare che dovrebbe guidare nella vita pratica di tutti i giorni. Il 57% non sa che cosa sia, il 40% ha dichiarato di conoscerla e il 3% è rimasto incerto.
"La maggioranza sgarra proprio sulle fasce di cibi meno salubri. - ha sottolineato Matteo Cevenini, responsabile dello studio - Il consumo di grassi saturi è in continuo aumento nel nostro Paese. Negli ultimi quarant'anni è cresciuto del 50% perché ci stiamo pian piano allontanando dall'alimentazione mediterranea per sposare abitudini tipiche dei Paesi anglosassoni, dove il consumo di grassi animali è da sempre superiore al nostro. Riteniamo perciò che sia davvero opportuno migliorare le conoscenze alimentari degli italiani e aumentare la consapevolezza di ciò che mettono il tavola ogni giorno: sappiamo infatti che un'alimentazione scorretta aumenta molto il rischio di malattie cardiovascolari e non solo".

In compenso all’estero i prodotti cardine della dieta mediterranea sono molto richiesti. Economicamente la spesa annua per acquistare pasta, olio, vino, frutta e verdura nel mondo è di 200 miliardi. Tutti i prodotti cardine della dieta mediterranea pongono l’Italia ai vertici mondiali nella produzione.

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62