incontri

Meatout day

Il 20 marzo 2011 si celebra in tutto il mondo il MeatOut Day, giornata internazionale «senza carne», che promuove un'alimentazione basata sui cibi vegetali, salutare e sostenibile dal punto di vista ambientale ed etico. E nel Monferrato tanti i ristoranti che aderiscono alla Giornata Senza Carne e due convegni di alto livello.
14 marzo 2011 - comunicato stampa

Meat Out Day Nata nel 1985 negli Stati Uniti, l'iniziativa prende subito piede diffondendosi in molti paesi del mondo e sfoggia fra i numerosi sostenitori anche Paul McCartney, l'attrice Natalie Portman, il medico Umberto Veronesi e il Premio Nobel Rajendra Pachauri.
Quest'anno per la prima volta il MeatOut Day arriva anche nel Monferrato, dialogando con il territorio attraverso un ricco programma di proposte culturali, artistiche ed enogastronomiche nei giorni di sabato 19 marzo e domenica 20 marzo.

L'opportunità di sperimentare deliziosi piatti vegan
Scegliere cibi alternativi a carne e derivati animali consente a tutti una grande opportunità: riscoprire i profumi e i sapori delle nostre terre all’insegna della genuinità. I più rinomati chef del territorio, quali ad esempio Patrizia Grossi del Ristorante La Torre (Hotel Candiani), Carlo Mereatur dell’Osteria Ristorante Il Melograno, Gian Luigi Giachino del Ristorante Cascina Martini, offrono speciali MeatOut Menu che uniscono la tradizione monferrina e la cultura vegan. Potete scegliere fra ottime strutture di Acqui Terme, Alessandria, Casale Monferrato, Corteranzo di Murisengo, Serralunga di Crea, Terruggia.

Due giorni di convegni importanti. Insieme, per un mondo più empatico
Sabato 19 marzo ad Alessandria, all’interno del convegno «Vivere e mangiare come si deve» (ore 17,30 Hotel Diamante, Via Gambalera 137, Spinetta, Alessandria), la psicologa Annamaria Manzoni affronta il tema di un rapporto più empatico fra uomo e animale e la specialista in medicina preventiva Luisa Mondo interviene con un approfondimento scientifico-medico. A concludere, un reading della cantautrice Claudia Pastorino ispirato alle fiabe “senza carne”.

Domenica 20 marzo a Casale Monferrato a partire dalle 10 all'Hotel Candiani, via Candiani d’Olivola 36, si svolge il convegno: «Verso una cultura “meatout”» entro cui l’editore Antonio Monaco presenta la campagna culturale “Gli animali? Conosciamoli in Biblioteca!”, una proposta per arricchire le biblioteche italiane di libri a favore dei diritti animali. La cantautrice Claudia Pastorino, accompagnata dal chitarrista Alessio Siena, propone un Recital di Canzoni “senza carne” dal taglio internazionale e Roberto N. Robotti, dell’associazione culturale «I Quattro Fiumi», interviene sul tema della cucina etica. Infine Ugo Volli, semiologo (Università di Torino), affronta il tema della carne nella nostra cultura.

MeatOut Book
Dieci, cento, mille libri per coltivare insieme una cultura consapevole e sensibile ai diritti animali. Li trovate in tutte le librerie aderenti di Acqui Terme, Alessandria, Casale Monferrato e Tortona.
Da non perdere domenica la presentazione in anteprima del libro di Marina Berati, Vegan si nasce o si diventa?. Al termine saranno disponibili assaggi di formaggi e affettati vegan.

Le attività per i bambini
Laboratori per i più piccoli. Sabato (ore 16,30 Ristowinbar41 di Corso Cavallotti) ad Alessandria si svolge il Laboratorio gastronomico con i bimbi del Club delle piccole Gemme, a cura di Paola Reverso, mentre domenica a Casale Monferrato (ore 16,30 libreria il Labirinto di via Benvenuto Sangiorgio) per tutti i bambini dai 5 ai 9 anni di età c’è il laboratorio creativo, a cura di Sara Trofa, a partire dal libro di Ruby Roth, Indovina chi c’è nel piatto?
Il “MeatOut Day in Monferrato”, una “Giornata senza carne”, è organizzato e promosso dall’associazione culturale “Monferrato Cult” che si distingue già da alcuni anni organizzando il “Festival internazionale di cultura ebraica OyOyOy!”.

Il meeting interreligioso
I responsabili delle comunità religiose del territorio monferrino (Avventisti, Buddhisti, Cristiani cattolici, Cristiani ortodossi, Ebrei, Islamici, Valdo-Metodisti) sono stati invitati a partecipare ad un pranzo comune. Si chiama “Tutti a tavola, nessuno escluso” per sottolineare come una cucina vegan è in grado di rispettare le scelte e i vincoli che nelle diverse religioni regolano l’alimentazione. Si svolge presso il Ristorante La Torre (Hotel Candiani) alle ore 13,00 di domenica 20 marzo. Si può partecipare prenotando il pranzo (tel. 0142 70295).

«Secondo le statistiche (Istat) ogni anno ciascun italiano mangia 83 kg. di carne: sono evidentemente troppi. Ma insieme le indagini d’opinione (Eurispes) evidenziano che gli italiani vegani sono quasi un milione. Agli uni e agli altri Monferrato Cult propone di scoprire il territorio monferrino e i suoi prodotti locali di eccellenza: vini, ortaggi, verdure e creazioni gastronomiche». Così si esprime il Presidente di Monferrato Cult Antonio Monaco presentando una manifestazione che vuole diventare una festa di Primavera, di sapori e di idee, da replicare negli anni successivi.

Note

Per il programma dettagliato, tutti i menu e tutte le altre informazioni visitate il sito: www.monferratocult.it

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62