alimentazione

Lotta allo junk food: ingrassa e nuoce anche all'intelligenza dei bimbi

Uno studio inglese condotto dall'Università di Bristol, ha messo in evidenza come patatine, fritti e dolci in eccesso possano alla lunga nuocere all'intelligenza dei nostri bambini, causando addirittura danni permanenti.
9 febbraio 2011
Fonte: www.noberasco.it - news benessere

alimentazione sana in tenera età per adulti sana La ricerca, pubblicata sul Journal of Epidemiology and Community Health e ripresa in questi giorni dal Daily Mail, ha analizzato le abitudini alimentari di circa 4000 bambini di età compresa tra i 3 e gli 8 anni. In base all'alimentazione seguita, i bambini sono stati suddivisi in tre gruppi: quelli che consumavano regolarmente cibi pronti e trasformati ricchi di grassi e zuccheri, quelli che seguivano una dieta tipica a base di carne, verdure e patate, e quelli che portavano avanti un'alimentazione salutare a base di frutta, insalata, verdura e pesce.

All'età di otto anni e mezzo i bambini sono stati sottoposti a test per verificarne le capacità intellettive, e i risultati ottenuti sono stati poi incrociati con altri parametri importanti per lo sviluppo cognitivo del bambino, quali la durata dell'allattamento al seno, il livello di istruzione della madre, l'agiatezza socio-economica della famiglia. In base ai dati ottenuti, i ricercatori hanno così potuto scoprire il legame tra quoziente intellettivo e alimentazione, dimostrando che i bambini che mangiano sin dall'età di tre anni cibi poco salutari corrono il rischio di avere un quoziente intellettivo più basso di cinque punti rispetto ai coetanei che nella prima infanzia sono stati nutriti con verdure, frutta e pasti preparati in casa.

Pauline Emmett, responsabile della ricerca, ha precisato che lo sviluppo del cervello è molto rapido nei primi anni di vita e ciò che accade più in là negli anni ha un effetto minore, quindi anche migliorando in seguito la qualità dell'alimentazione, per alcuni bambini potrebbe essere troppo tardi, perché gli effetti nocivi possono essere cronici. "I bambini che mangiano troppi cibi zuccherati o confezionati non hanno abbastanza vitamine, che significa che il loro cervello non può raggiungere il suo livello ottimale. Una sana alimentazione nei primi anni di vita è essenziale perché è il periodo in cui il cervello cresce più rapidamente".

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62