alimentazione

Grazie agli omega3 torna il buonumore!

Il cibo può influenzare le funzioni cognitive e l'umore?
Sembra proprio di sì e numerosi gruppi di ricercatori nel mondo sono al lavoro per scoprirne i segreti.
3 febbraio 2011 - redazione

semi oleaginosi Il cattivo umore si combatte anche a tavola. Come? Facendo il pieno di alimenti ricchi di omega-3.
Già conosciuti per i benefici effetti che hanno su metabolismo dei grassi, trigliceridi e colesterolo, ecco che i francesi dell'Inra (Istituto nazionale di ricerche agronomiche) e dell'Inserm (Istituto nazionale di salute e ricerca medica), in team con gli studiosi spagnoli dell'università dei Paesi Baschi, hanno evidenziato l'effetto che gli alimenti ricchi di Omega 3 possono avere anche sull'umore.
I loro studi si sono dedicati in particolare al tofu, alla frutta secca, soprattutto quella oleaginosa come mandorle, noci, nocciole, e ad alcuni tipi di olio.
La ricerca - pubblicata su Nature Neuroscience – mostra quanto la presenza di questi acidi grassi nella dieta sia essenziale per l'equilibrio delle nostre funzioni cerebrali e di come la sua carenza, o addirittura assenza, possa avere effetti sull'umore rendendo i soggetti più inclini ad ansia e depressione.

Da un altro studio, pubblicato sulla rivista PLoS One, arriva una ulteriore conferma sull'nfluenza degli acidi grassi sull'umore e, indirettamente, sugli effetti salutari degli Omega-3.
In questo caso i ricercatori sono riusciti a dimostrare come ad una dieta troppo ricca di grassi trans e grassi saturi (quelli di origine animale), sia associato un maggior rischio di sviluppare depressione e ansia. Questo fattore di rischio aumenta per i soggetti che seguono questo tipo di dieta di ben il 48% rispetto a chi segue una dieta ben bilancia.

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62