alimentazione

Mangiare bene in autunno per prepararsi all'inverno

Col tempo piovoso e freddo, ogni anno, arrivano anche i tipici malanni di stagione. Per questo è importante proprio nelle stagioni di mezzo, come l'autunno, iniziare a variare la dieta, preferendo alimenti ricchi di vitamine e minerali, in grado di innalzare le difese immunitarie e formare così una barriera protettiva contro malattie da raffreddamento e influenze stagionali.
3 novembre 2010 - redazione

bacche rosse d'autunno Gli alimenti possono essere un efficace scudo protettivo contro i malanni invernali.
Tra i cibi che aiutano a contrastare i raffreddori troviamo naturalmente al primo posto quelli ricchi di vitamina C, un antiossidante che svolge nell'organismo molteplici funzioni. Kiwi, agrumi, acerola e rosa canina sono le maggiori fonti vegetali di questa vitamina, ma una comoda fonte di vitamina C, sempre a portata di mano, la troviamo anche nelle albicocche secche, frutti ricchi inoltre di potassio, ferro e vitamina A.

Altro must dei periodi freddi sono le zuppe. Ottima quella di cipolle, che proprio grazie al suo principale ingrediente (le cipolle!) può avere sul fisico un'azione antibatterica. Questo bulbo contiene infatti numerosi oligoelementi e diverse vitamine, oltre che flavonoidi. Nella medicina popolare ha sempre avuto numerosissimi impieghi terapeutici. Utilizzata come antibiotico, antibatterico e disinfettante (al pari dell'aglio), è anche un ottimo espettorante o antifungino.
L'inverno è anche il momento giusto per consumare i legumi, che hanno un potere ricostituente e regolatore del sistema digestivo, sono diuretici e molto nutrienti.

Tra la verdura a foglia verde non possiamo dimenticare gli spinaci, per le ricche quantità di ferro e di vitamine A e C, che favoriscono il sistema digestivo e hanno proprietà depurative.
Meglio se freschi e giovani, consumati crudi in insalata con scaglie di grana, conditi con olio e limone. Ma ottimi anche saltati in padella con uvetta e pinoli, come si usa in Spagna!

Infine non sono da sottovalutare tutti gli alimenti ricchi di fibre, composti di origine vegetale contenuti in abbondanza in frutta secca ed essiccata. La stagione fredda e il tempo uggioso spingono a una vita più sedentaria e quindi mai come in questo momento dell'anno i cibi ricchi di fibre sono utili per mantenere la corretta attività intestinale e pulire il fisico dalle scorie. La quantità di fibre consigliata è di 25 grammi al giorno.

Note

foto di Nicla Vozzella

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62