libri e dintorni

In direzione contraria

Questo libro, più di tutti, dovrebbe essere letto dagli psicologi che troppo spesso forniscono le strategie giuste ai vivisettori, ai macellai, ai cacciatori, eccetera, per ingannare l’opinione pubblica e farle capire che gli animali non soffrono e che, se anche offrissero, è giusto che ciò accada per il bene dell’umanità.
11 ottobre 2010 - Stefano Cagno

In direzione contraria Il tema del rapporto tra gli esseri umani e tutte le altre specie è diventato oggetto di grandi dispute pubbliche, ma anche di approfondimento teorico. Etologi, veterinari, sociologi e filosofi hanno scritto ormai molti libri nei quali si propone una diversa visione del rapporto con tutte le altre specie, in cui queste ultime non sono più oggetto di sfruttamento indiscriminato da parte dell’uomo, ma soggetti di tutela, se non di diritti. Nonostante la comunicazione e tutte le relazioni tra gli esseri viventi siano impostate su dinamiche psicologiche, stranamente ancora pochissimo è stato scritto da questo punto di vista.
In direzione contraria, di Annamaria Manzoni, risponde in maniera eccellente a questo bisogno. L’autrice è psicologa e psicoterapeuta e in questo caso mette a disposizione la sua competenza professionale per spiegarci quali perversi meccanismi psicologici hanno fino ad ora reso possibile il sistematico e programmato eccidio degli animali, apparentemente sotto gli occhi di tutti, ma in realtà reso possibile dall’indifferenza generale.
Qualcuno potrebbe temere di trovarsi di fronte ad un libro difficilmente comprensibile, perché tecnico e per addetti ai lavori. Nulla di più sbagliato. In direzione contraria si lascia leggere con grande facilità. Da temere sarà piuttosto il rischio di accorgerci che siamo molto più complici dei crimini quotidiani che si compiono contro gli animali di quanto ci potessimo aspettare.
Sono trattai molti temi e tutti in maniera originale. Mi ha particolarmente compito il capitolo in cui cita diversi casi in cui persone in carcere hanno incontrato animali con i quali hanno instaurato rapporti molto più sani rispetto a quelli che fino a quel momento avevano instaurato con i nostri simili. La vita emozionale degli animali, l’empatia, la compassione e i mille meccanismi psicologici che permettono a molti di compiere atti crudeli verso gli animali o di essere complici sono spiegati in maniera chiara e comprensibili per tutte quelle persone che vogliono capire. Negazione, distanziamento, rimozione sono concetti che fanno paura a chi non è psicologo, ma in questo caso è semplice capirli, difficile sarà poi avere la forza di non cadere quotidianamente negli stessi errori.
Questo libro, più di tutti, dovrebbe essere letto dagli psicologi che troppo spesso forniscono le strategie giuste ai vivisettori, ai macellai, ai cacciatori, eccetera, per ingannare l’opinione pubblica e farle capire che gli animali non soffrono e che, se anche offrissero, è giusto che ciò accada per il bene dell’umanità.
Come medico antivivisezionista, sento particolarmente vicina a me la psicologa Annamaria Manzoni: anche lei si sta battendo per cambiare la mentalità dei suoi colleghi, agendo all’interno del suo sistema.
Oggi quanti difendono gli animali procedono spesso in direzione contraria, ma il vento sta cambiando e Annamaria Manzoni sta facendo la sua parte con coraggio e competenza e aiuta tutti a camminare al suo fianco verso l’obiettivo di un mondo migliore per tutti gli animali, umani e non umani.

L'autore. Annamaria Manzoni è psicologa e psicoterapeuta, ipnositerapista e grafoanalista, accreditata presso l'ordine degli psicologi della Lombardia come Psicologa Clinica e dell'Età Evolutiva e in Psicologa Giuridica.
Ha lavorato per anni nell'ambito della tutela minorile, occupandosi di minori allontanati dalle famiglie di origine, maltrattamento e abuso, affido e adozione; ha collaborato con il Tribunale dei Minori di Milano ed è attualmente consulente presso il Tribunale di Monza.
Da anni componente del Consiglio Direttivo del Movimento Antispecista, collabora con la LAV, Oltrelaspecie e altre associazioni in difesa degli animali.
È autrice di numerosi articoli, apparsi su riviste di psicologia ("Babele", "Infanzia", "Psicologia Contemporanea").

Note

In direzione contraria
Annamaria Manzoni
Edizioni Sonda
pp.141 - € 14,00

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62