scelte di vita

Vegan per un mese

Circa un mese fa ho deciso di provare il veganismo. So a cosa stai pensando: i vegani sono mangiacarote, abbracciano gli alberi e come gli uccelli si cibano di grani. Bene se mi seguite posso provare a chiarirvi un po' le idee.
9 aprile 2010 - Kristen Faiferlick

Sticker from Earth's General Store, in Edmonton, Alberta. Perché mai dovrei prendere in considerazione il veganismo?
A differenza di molti, la mia decisione non è basata solo su motivazioni morali o ideologiche.
Molti vegani fanno questa scelta perché sono preoccupati per l'ambiente, per evitare crudeltà verso gli animali, per motivi salutistici e portano una serie di altri argomenti a sostegno del non consumo di prodotti di origine animale sicuramente validi. Tuttavia non sono i miei: io ero semplicemente curiosa. Dopo aver sentito un vegano dire a un onnivoro che solo i primi 20 giorni di veganismo erano duri, ho deciso di verificare se questa dichiarazione fosse vera. E lasciate che ve lo dica: è stata un'avventura!
Ma prima di continuare devo fare una precisazione: essere vegani non riguarda solo ciò che si mangia.
I vegani non indossano e non acquistano prodotti di origine animale di qualsiasi tipo. Quindi niente lana, seta o indumenti/accessori di pelle. Questo è quello che li differenzia maggiormente dai vegetariani, che di solito si limitano solo a non mangiare carne.
In generale, penso che sia giusto definire la scelta vegetariana una dieta, mentre quella vegana uno stile di vita. Naturalmente ci sono delle eccezioni da entrambe le parti. Durante il mio mese di prova vegan... ero una di quelle eccezioni perché ho voluto provare la dieta ma non mi sentivo pronta a cambiare il mio stile di vita.

Diventare vegan ti insegna molto!
Prima di tutto, ti costringe a essere creativo. E nel corso del mio mese vegan mi sono sorpresa: ho preparato alcuni dolci maledettamente buoni: chi avrebbe mai pensato di combinare farina d'avena, mirtilli rossi, e scaglie di cocco? Permettetemi di dirlo: non si è mai troppo vecchi per giocare con il cibo. La pura necessità di trovare nuovi abbinamenti ti permette di conoscere meglio gli ingredienti tanto al supermercato quanto a tavola.

In secondo luogo, ti fa realmente vedere cosa c'è nel cibo che consumi tutti i giorni. I vegani hanno una conoscenza più approfondita degli ingredienti. E naturalmente è stato un vegano a raccontarmi che alcuni vini vengono chiarificati con ingredienti di origine animale. E così mi sono resa conto che ci sono prodotti animali in molti più alimenti di quanto potevo immaginare.

La terza cosa che ho imparato è che le persone hanno reazioni davvero strano verso il veganismo. Generalmente si allineano ai due opposti estremi: essere ostili oppure completamente assoggettati.
La reazione di chi è ostile inizia attaccando generalmente il veganismo, mettendo in discussione il vostro giudizio, elencando i meriti di carne o spiegando quanti piatti golosi vi state perdendo con la vostra scelta vegan. Ecco, vorrei dare un piccolo suggerimento agli onnivori: contrariamente a quanto si potrebbe pensare, i vegani non apprezzano assolutamente tutto questo. E non hanno torto: gli onnivori raramente sono costretti a spiegare perché si cibano di ciò che mangiano, mentre i vegani devono costantemente difendere le loro scelte alimentari.
Non c'è ragione di sentirsi minacciati dalla chi ha fatto la scelta vegan. Con alcune debite fastidiose eccezioni, i vegani non attaccano gli onnivori per le loro scelte alimentari, e penso di poter parlare per tutti i vegani quando dico che apprezzeremmo che ci venisse riservato lo stesso trattamento.

Tuttavia, a volte la reazione è l'esatto contrario. Spesso sento "Wow! Deve essere così difficile: io non ci riuscirei mai".
Ad essere onesta, inizialmente ho pensato la stessa cosa. E in effetti essere vegan per me è stato piuttosto difficile sia durante, sia dopo aver superato i primi 20 giorni. Ma francamente una cosa mi ha sorpresa: è fattibile. Non devi essere un membro della PETA o Greenpeace per essere un vegan!
Il che mi porta al punto finale.
Il veganismo non è una strano stile di vita estremo e non è impossibile. Ci vuole del tempo e un po' di conoscenza per essere sicuri di avere una dieta bilanciata e di offrire al corpo tutte le sostanze nutrienti necessarie di cui ha bisogno. Il veganismo può essere seguito in modo sano e anche a buon mercato.
Provalo: è una scelta che potrebbe sorprenderti e persino insegnarti qualcosa.

Note

da middleburycampus

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62