alimentazione

Colazione "mordi e fuggi" per il 46% degli italiani

Gli italiani non riescono a fare colazione, anche se è ormai dimostrato che chi non mangia al mattino ha più difficoltà nel controllare il proprio peso, tende ad avere una vita sedentaria e ad adottare abitudini alimentari scorrette, che possono poi portare a patologie anche gravi.
Fonte: Adnkronos Salute - 20 novembre 2007

La corsa contro il tempo, per gli italiani, comincia già dalle prime ore del mattino. E a farne le spese è quasi sempre la prima colazione, che diventa 'mordi e fuggi' per il 46% della popolazione. A rivelarlo è un indagine Gfk Eurisko-Kellog’s (condotta su un campione di mille tra uomini e donne) che dipinge un quadro delle famiglie del Belpaese alle prese con veri e propri 'tour de force' per arrivare puntuali a scuola o sul posto di lavoro. Risultato: oltre 8 milioni di persone saltano del tutto il primo pasto della giornata (17%), mentre il 46%, quasi la metà di chi dichiara di fare colazione (83% del campione), riesce a stento a ritagliarsi una sosta 'cappuccino e cornetto' che dura meno di dieci minuti.

Prima la colazione! 10 minuti mangiando sano
La campagna, lanciata da SIO in collaborazione con Kellogg's, dedicata a bambini e genitori, prevede incontri con esperti, ogni volta in un contesto particolare.
Il primo appuntamento sarà il 19-20 gennaio al museo dei bambini di Roma, Explora, dove i più piccoli trascorreranno una notte in sacco a pelo e il mattino dopo faranno colazione con i genitori. A Milano, invece, si replica il 3 febbraio al MUBA (Museo dei bambini).
A genitori e bimbi verrà distribuito un libro sull'iniziativa con alcune informazioni sulla colazione e cinque consigli per trovare il tempo di farla. Tra questi: preparare la sera zaino, vestiti, borsa della palestra; discutere a colazione per risolvere delle questioni, parlare insieme del calendario della giornata, ma anche riscoprire il gusto di mangiare lentamente e di provare colazioni diverse.
I più sbrigativi? ''Sono i giovani tra i 15 e i 24 anni'', spiega Isabella Cecchini, direttore del dipartimento Ricerche sulla salute Gfk Eurisko. E le scuse più gettonate per fuggire dalla tavola imbandita vanno dalla 'mancanza di tempo' (citata dal 18%) allo 'scarso appetito mattutino' (7%). Contro l’abitudine della colazione 'al cronometro', emersa dall’indagine, gli esperti hanno deciso di fare fronte comune. ''Dal punto di vista nutrizionale il primo pasto del giorno riveste un ruolo critico nel fornire l’energia necessaria dopo il riposo notturno, permettendo a corpo e mente di ripartire al meglio grazie al giusto apporto di macro e micronutrienti'', osserva Carlo Maria Rotella, Presidente Sio (Società italiana dell’obesità) e responsabile del Centro obesità del Policlinico di Firenze.

Una certezza che ha spinto la Sio a lanciare in collaborazione con Kellog's la campagna educativa 'Prima la colazione! 10 minuti mangiando sano'. L’appello è 'dedicate al primo pasto della giornata almeno dieci minuti', il tempo minimo per assicurare al proprio organismo benefici psicofisici e, suggerisce Rotella, per ''prevenire disturbi quali sovrappeso e obesità - che interessano sempre più frequentemente anche i bambini - e le patologie correlate (ipercolesterolemia, diabete e ipertensione arteriosa)''. Alla 'regola dei dieci minuti' va però abbinata anche la giusta ricetta: ''Una fonte di carboidrati e una di proteine, da arricchire con fibre, vitamine e minerali'', sottolinea l’esperto.

Il menu è presto fatto: latte o yogurt, pane o cereali, e un frutto per completare il pasto. A guadagnarne non sarà solo la linea, assicurano gli esperti. Un dato confermato dall'indagine che rivela anche la presenza fra gli italiani di un 'partito' pro-colazione: ''Per loro - commenta Gustavo Pietropolli Charmet, psicologo e presidente dell’istituto Minotauro - è un occasione in più per stare in famiglia e per regalarsi una coccola prima di iniziare una nuova giornata''.

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62