Mandorle per il cuore, e non solo

La frutta secca fa bene e non ingrassa
27 aprile 2007 - redazione

Ricercatori statunitensi hanno elaborato uno studio per capire se l'introduzione all'interno delle abitudini alimentari quotidiane di frutta secca come noci e mandorle, che hanno ottimi effetti sulla salute del cuore, possano avere controindicazioni sul peso corporeo, proprio per l'alto valore energetico. Venti oggetti, con età media di 24 anni, hanno partecipato all'esperimento durato 23 settimane. mandorle Durante le prime 10 settimane, hanno consumato quotidianamente una porzione pari a 340 kcal di mandorle (circa 55 g). Per altre tre settimane hanno seguito le loro diete usuali. Peso corporeo, capacità energetica e tasso metabolico sono stati misurati costantemente.
I risultati hanno indicato che includere una porzione quotidiana di mandorle non ha alcun vuto effetto sul peso corporeo. Questo perché le calorie apportate dalla frutta secca sono state compensate da minor apporto energetico degli altri alimenti. Nessun cambiamento significativo è stato riscontrato sul tasso metabolico o nel dispendio energetico totale.
I ricercatori hanno quindi concluso che le mandorle possono entrare a far parte della dieta quotidiana, senza modificare il peso corporeo. Tuttavia, va comunque detto che lo studio è stato effettuato su un piccolo gruppo di adulti sani non-obesi e sarebbe oltremodo interessante ripeterlo anche su persone sovrappeso che potrebbero più facilmente soffrire di malattie cardiovascolari.

Note

Per maggiori informazioni
Mattes R & Hollis J (2007). Effect of chronic consumption of almonds on body weight in healthy humans. British of Nutrition Apr 20; [Epub ahead of print].

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62