Effetti neurotossici dalla combinazione di additivi

Aiab lancia l'allarme. Correlazione diretta tra assunzione di additivi e aromi alimentari da un lato e forme di intolleranza e allergie dall'altro.
"Il biologico garantisce la salute alimentare dei bambini"
12 settembre 2006
Fonte: aiab.it by greenplanet.net - 09 settembre 2006

È un segnale chiaro quello che Aiab lancia dai padiglioni del Sana a Bologna, durante il convegno sulla salute alimentare dei bambini, promosso insieme alla rivista "Il MangiaBio" dal titolo "Pesticidi a additivi alimentari: quale rischio per la salute dei bambini": è il biologico a convenire non solo per la salvaguardia ambientale e per la sostenibilità alimentare in generale, ma in particolare per la salute e la crescita sana ed equilibrata dei bambini.
Secondo gli intervenuti al convegno, come Catherine Leclercq, dell'Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, c'è una correlazione diretta tra 'assunzione di additivi ed aromi alimentari e le forme di intolleranza, e più in generale tra la dieta alimentare dei bambini e la diffusione di allergie.
D'altra parte, già il Rapporto della Commissione Europea sull'utilizzo di additivi alimentari nell'Unione Europea del 2001, segnalava una preoccupante eccedenza dei valori consentiti di consumo di additivi nella popolazione infantile: la stragrande maggioranza di quelli utilizzati dall'industria alimentare.
Più di recente, uno studio britannico sugli effetti combinati di quattro additivi alimentari comuni, svolto dalla Soil Association e Organix insieme all'Università di Liverpool, ha evidenziato che additivi largamente impiegati in prodotti alimentari molto diffusi e popolari tra i bambini, quali tavolette di cioccolata, snack e succhi di frutta (E 133 blu brillante, E 621 glutammato monosodico, E 104 giallo di chinolina, E 951 aspartame) combinati insieme sortiscono un effetto sinergico di neurotossicità largamente più potente di ciascuno dei prodotti preso singolarmente.
Lo studio indica inoltre che gli effetti sulle cellule neuronali sono di rallentare la loro crescita e di interferire con il corretto funzionamento dei segnali trasmessi.
Sul fronte dei pesticidi, Sofia Parente, coordinatrice del Pesticide Action Network Europe di Londra e Rina Guadagnini, responsabile scientifica agricoltura di Legambiente, hanno ricordato che l'Italia non si è ancora dotata di un piano di riduzione dell'uso di pesticidi.
È questo uno degli obiettivi del Pesticide Action Network Europe, che lavora in molti paesi europei per individuare quali pesticidi ridurre o eliminare, e proporre alternative meno dannose per l'uomo e per l'ambiente tramite adeguate leggi europee.
Anche in questo caso, è l'infanzia ad essere particolarmente esposta: uno studio recente condotto dal gruppo di lavoro AAAF (ARPA-APAT-APPA Fitofarmaci) insieme ad altri 16 laboratori in tutta Italia sul contenuto di pesticidi in un pranzo-tipo, ha calcolato la quantità dell'ingestione giornaliera di fitofarmaci da parte dell'uomo, del ragazzo e del bambino: nei casi peggiori un bambino assume fino al doppio della dose giornaliera accettabile (ADI) stabilita dall'Unione Europea.
"Tutti gli interventi dei nostri ospiti, e gli studi recenti su questi temi", ha commentato Andrea Ferrante, presidente di Aiab, "convergono nel sottolineare come sia importante la ricerca per verificare la sanità dei cibi che mangiamo. Sono ancora troppo poco noti e discussi infatti gli effetti della maggior parte degli additivi alimentari; allo stesso modo bisognerebbe verificare la pericolosità dell'effetto congiunto di questi con residui di pesticidi riscontrabili nei cibi, possibilmente misurandone gli effetti nel lungo periodo. Con la salute dei bambini non si può scherzare: una campagna di promozione dell'alimentazione naturale e biologica può contribuire seriamente a modificare le abitudini di consumo degli adulti, e ad educare quelle delle nuove generazioni".

chi siamo

chi siamo

invia articolo

segnala un articolo o un evento

pubblicità

per la pubblicità su questo sito

promuovere i propri prodotti e servizi su Veg'zine.it

contattaci

contattaci

site map

site map

Privacy Policy

Powered by PhPeace 2.4.1.62